Cuffie: impedenza, sensibilità e driver, cosa sono e perché sono così importanti nell’acquisto di una cuffia

Categorie Senza categoria

Impedenza, sensibilità, driver…il gergo dei ‘cuffiofili’ è ricco di termini inconsueti, che non si trovano nel parlato quotidiano o, se si trovano, hanno magari un senso diverso. Eppure, quando si tratta di cuffie, sono tutti valori da tenere nella massima considerazione perché è da questi che dipende, in gran parte, la qualità del prodotto. Ma cosa significano? Non è facile decifrare questi aspetti per un neofita che non mastica questo tipo di espressioni gergali, né è nostro compito addentrarci nei meandri tecnici della materia.

Senza entrare in tecnicismi, cerchiamo di capirci qualcosina in più. Nel valutare l’impedenza di un paio di cuffie, ossia la loro resistenza elettrica espressa in Ohm al passaggio dei circuiti audio, è sempre meglio verificare che vi sia una resa ricompresa fra un minimo di 16 e un massimo di 280 Ohm, anche se il secondo valore attiene a cuffie professionali usate per registrazioni in studio ed equipaggiate di amplificatori che a questi livelli sono pressoché d’obbligo. In altri termini per un uso privato, hobbistico o lavorativo standard, si consigliano le cuffie a bassa impedenza, il valore medio dei modelli in commercio si attesta su 32 Ohm, con variabili da cuffia a cuffia, fino ad arrivare a 100 Ohm ed oltre nei modelli più costosi che, come abbiamo visto, riguardano impieghi di nicchia. Altro aspetto non trascurabile concerne la qualità dei driver consistenti nell’altoparlante incorporato nei cuscinetti di ogni cuffia.

In genere, tranne rare eccezioni in cui si hanno due driver a lato, uno per i bassi e uno per gli alti, si trova soltanto un driver per lato, ossia due nel complesso. Qui a fare la differenza è la misura del diametro, più ampio è e migliore sarà la riproduzione musicale in ogni scala di tono. Ultimo fattore da esaminare è la sensibilità della cuffia, equivalente al volume sonoro calcolato in decibel, in altre parole è la potenza dell’audio avvertito dall’udito. La maggior parte delle cuffie in commercio registra un valore di sensibilità compreso fra i 105 e i 109 decibel, da tenere a mente se si vuole fare un buon acquisto di cui non doversi pentire. Nel dubbio fatevi aiutare dalle proposte contenute in questa pagina sulle migliori cuffie in commercio.